Soluzioni per

Comunicare

Home / Web e Social Media Marketing / Google mobile friendly: come adeguarsi

Google mobile friendly: come adeguarsi

Sharing is Caring!

Google mobile friendly: come adeguarsi

 

A partire dal 21 aprile espanderemo il nostro utilizzo del mobile friendly come criterio per il ranking. Questo cambiamento interesserà le ricerche mobile in tutte le lingue a livello mondiale e avrà un impatto significativo sui risultati. Di conseguenza, per gli utenti sarà più facile trovare link rilevanti e di qualità ottimizzati per i loro dispositivi.

Questo è ciò che ha annunciato “Big G” direttamente nel suo blog ufficiale, con un post che fissa per il 21 aprile 2015 l’ampliamento dei criteri di valutazione anche sui dispositivi mobili per l’indicizzazione dei contenuti nella serp di Google.

Come al solito l’obiettivo è quello di fornire risultati di qualità alle persone che effettuano ricerche, garantendo agli utenti che le pagine che compaiono nei risultati di ricerca vengano visualizzate in modo corretto sul dispositivo usato, indipendentemente dalla tipologia o dalla dimensione dello schermo.

Google, ha annunciato anche che il nuovo algoritmo valuterà le singole pagine, in pratica significa che non sarà l’intero sito ad essere valutato ma le pagine contenute all’interno. Hanno anche annunciato che la valutazione da parte dell’algoritmo avverrà con un sistema binario (on/off) ovvero, la pagina potrà essere mobile-friendly oppure no, non ci sono scale di valutazione o vie di mezzo.

Perché adeguarsi al nuovo algoritmo e andare su dispositivi mobili?

Riconosco che questa è ormai diventata una domanda retorica ma, occorre ribadire che il 60% del traffico internet è su mobile. Chi non si adegua al nuovo algoritmo perderà definitivamente più della metà degli utenti. Se fino ad oggi ci si poteva più o meno permettere un sito poco o affatto responsive e mobile-friendly, dal 21 Aprile non sarà più così: chi non ha un sito web mobile-friendly sprofonderà nell’oblio e sarà visibile (salvo ulteriori penalizzazioni) solo dal 40% dei potenziali utenti.
Stare sui dispositivi mobili non è più una scelta. Se fai parte di quella cerchia di persone che non ha ancora ottimizzato per il mobile il proprio sito web ecco alcuni consigli utili per diventare mobile-friendly, prima della fatidica data.

Sharing is Caring!

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*