Soluzioni per

Comunicare

Home / Direct Marketing / Marketing a stampa: tre errori da evitare

Marketing a stampa: tre errori da evitare

Sharing is Caring!
MARKETING-3 ERRORI DA EVITARE
Forse qualcuno ti ha detto che il marketing cartaceo è morto, e che oggi si fa tutto sul web. Ti hanno detto che ormai non stampa più nessuno, che tutto l’universo del marketing sta viaggiando armi e bagagli verso il digitale, che il futuro che ci aspetta sarà un futuro senza carta.
Bene, non gli credere.
Il marketing tradizionale, quello fatto di carta, è vivo e in salute.
Lo testimoniano le nostre cassette delle lettere, le nostre brochure aziendali, i biglietti da visita che distribuiamo ai nostri fornitori e ai nostri clienti.
Lo testimoniano, infine, i milioni e milioni di pezzi che ogni anno continuiamo a stampare qui in DM Services, sia in Offset che in Digitale.
Tuttavia, come tutte le cose di questo mondo anche il print marketing si evolve continuamente, e richiede quindi altrettanto sforzo di aggiornamento da parte di chi opera in questo settore.
Se anche tu vuoi trarre il meglio dalla tua comunicazione cartacea, quindi, verifica se utilizzi queste tecniche (e se commetti questi tipici errori).

Formati personalizzati

Come tutte le aziende B2B dovrebbero fare (ma quasi sempre non fanno) in questo periodo siamo fase di reshaping della nostra brochure aziendale. Nuove immagini, nuovo layout, nuovi contenuti che più rispondono all’evoluzione della nostra posizione sul mercato e alle aspettative dsei nostri clienti.
Come al solito, eravamo partiti da un foglio A4, e avevamo iniziato a riempirlo di contenuti. Poi, parlandone al nostro interno, abbiamo iniziato a valutare altri formati: un formato quadrato, un formato rettangolare leggermente più piccolo e più maneggevole di un A4.
Siamo arrivati ad una soluzione personalizzata che fosse convincente per noi per maneggevolezza e agilità nell’impaginazione.
Perché ti racconto tutto questo?
Perché quello di rimanere ancorati ai formati standard è un errore tipico di molte agenzie, che tendfono più all’omologazione che alla customizzazione e alla creazione di layout e formati che emergano dal mucchio per eleganza e originalità.
Senza esagerare, però!
Il rischio connaturato con queste scelte è quello di adottare delle soluzioni del tutto irrazionali e poco pratiche nella vita reale. Un biglietto da visita tondo non è una scelta originale, è una scelta suicida, perché il biglietto non entrerà mai nei portafogli e nei raccoglitori dei vostri interlocutori.
Originali sì, ma con intelligenza!

Scelta dei contenuti

Layout e contenuti sono come gemelli siamesi: non possono vivere uno senza l’altro. Ricorda che una brochure o un direct mailing non sono un sito web: non puoi inserire 3000 parole in una pagina senza sacrificare del tutto la leggibilità.
Cerca di essere equilibrato nella scelta: decidi quali informazioni sono davvero importanti, e usa un’impaginazione che li metta in rilievo nel modo giusto, cercando di impostare la tua pagina per favorire una chiara lettura della gerarchia dei contenuti.
Sfrutta al massimo lo spazio a tua disposizione, ma ricordati di non esagerare e di evitare i muri di testo: i vuoti, nella comunicazione di marketing, sono tanto importanti quanto i pieni.

Integrazione multicanale

Le campagne di marketing di maggior successo sono quelle che riescono a integrare in modo sinergico stampa e marketing digitale.
Non dimenticare mai di studiare quale possa essere il modo più efficace di creare momenti di integraaizone tra il tuo marketing a stampa e la comunicazione digitale, creando layout e offerte coerenti tra i due media, cercando di integrare gli elementi di personalizzazione, progettando un piano di integrazione che renda i due canali strettamente interconnessi.
Non dimenticare che oggi c’è la possibilità di indirizzare ogni destinatario della tua comunicazione cartacea verso una pagina web del tutto personalizzata e diversa dalle altre, sia mediante l’utilizzo di pURL, sia mediante l’uso di QR-Code personalizzati. In ognuno di questi casi, la customer experience ne trarrà giovamento, portando risultati migliori per il tuo business.

Il futuro del marketing a stampa

Il marketing a stampa ha ancora un futuro?
Noi pensiamo di sì. Ha un futuro sempre più fatto di personalizzazione, di comunicazione one-to-one, di idee originali, di multicanalità. Un futuro che, ci scommettiamo, sarà particolarmente roseo per quelle aziende che per prime avranno la capacità e la lungimiranza di utilizzare questi nuovi strumenti per la propria comunicazione d’impresa. Ci sarà anche la tua?
Sharing is Caring!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*